logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

 

 

 

La didattica di Porthos

Aspettiamo.

Restiamo in attesa di capire come e quando riprendere la didattica in presenza. Stiamo pensando a nuove soluzioni, a delle alternative.
Vi terremo al corrente e vi ringraziamo della vicinanza.

 

giovedì

29

ottobre

San Benedetto del T.

Noè, il Pecorino di Arquata del Tronto

Saranno presenti Maurizio Silvestri e Stefano Amerighi che dal 2013 accudiscono una vigna ad Arquata e continuano strenuamente a vivificare questo luogo che, complice anche il terremoto del 2016, rischia sempre di più di essere abbandonato.

leggi tutto

da lunedì

9

novembre

Roma

Incarnare il Mediterraneo

La civiltà mediterranea è composita, pragmatica e vertiginosa nell’astrazione perché nata dal contatto e dal contrasto di terre e genti.
Il vino è ancora oggi, dopo migliaia di anni, il simbolo attivo di un’azione reiterata, il gesto erotico per antonomasia.

 leggi tutto

giovedì

15

ottobre

Roma

2002

L’unico anno palindromo del nostro secolo ha partorito una stagione viticola fredda e umida, difficile sin dalla primavera e, se si eccettuano alcune denominazioni dell’Anjou e della Côte de Beaune, nelle quali sono stati realizzati bianchi eccezionali, ha avuto un esito così negativo che molti prodotti non sono stati messi in commercio.

leggi tutto

da martedì

6

ottobre

Roma

La storia di Porthos

Avremo l’opportunità di rileggere insieme alcune tra le pagine più significative della storia della rivista e condividere la degustazione di vini che hanno determinato le scelte editoriali e didattiche del nostro progetto.

leggi tutto

da martedì

3

ottobre

Roma

L'approccio al vino alla scoperta della bellezza

3, 10, 17, 24 novembre e 1° dicembre
Questa serie di lezioni è dedicata a chi vuole imparare ad accogliere la bellezza, come un esploratore disposto a scoprire la varietà delle emozioni. 
Nessun timore di sentirsi ignoranti, saremo noi a guidarvi.

leggi tutto

lunedì

28

settembre

Roma

L'eredità di Angel - I Mlečnik e la Valle della Vipava

La Vipava è il fiume che collega la pianura friulana alla Slovenia centrale. Valter Mlečnik, nipote del fondatore Angel, prende in mano l’azienda alla metà degli anni ottanta e ben presto la converte all’agricoltura naturale.

leggi tutto

lunedì

14

settembre

Roma

Il vigneto: comunità e contaminazioni - I vini da vigne miste

Un tempo il contadino piantava vitigni diversi nella stessa vigna, forse per comprendere quali si sarebbero adattati meglio al clima e alla terra del luogo. Col passare degli anni il vignaiolo ha scoperto un’interazione energetica ben al di là del visibile, da cogliere tutta nel vino.

leggi tutto

mercoledì

17

giugno

Roma

La Saar

Riprendiamo la didattica con il Riesling, in una delle sue zone di elezione, la celeberrima Saar. Abbiamo avuto la necessità di comporre due classi: mercoledì 17 e 24 giugno

Con Max Argiolu

leggi tutto

da martedì

16

giugno

Roma

Viti Meccaniche

16, 23, 28 giugno e 7 luglio - La viticoltura e l'enologia nell'epoca contemporanea.
Con Maurizio Gily e Giovanna Morganti

leggi tutto

da lunedì

14

settembre

Roma

Il calendario eventi 2020/2021

Ecco il calendario degli eventi che si svolgeranno presso la sede di Porthos tra settembre 202o e aprile 2021

leggi tutto

Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

Eventi e seminari a Roma, ottobre 2014 - marzo 2015

Tutti i corsi si svolgono dalle 20:15 alle 23:30.
I campioni sono serviti alla cieca.
Serate e seminari sono accompagnati da assaggi di cibo, per gratificare la vocazione gastronomica dei vini.

Luogo: Sede di Porthos - via Laura Mantegazza 60, 00152 Roma
Per informazioni e prenotazioni: Miriana Baraboglia - 328/0322480 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure la sede di Porthos - 06/53273407 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Coloro che parteciperanno ad almeno quattro iniziative potranno partecipare gratuitamente a un evento del calendario 2015

Leggi tutto

Gli Ignoranti: Porthos e The Box

Presso la Biblioteca delle Nuvole di Perugia, con Sandro Sangiorgi e Sergio Rossi

Con The Box edizioni si è deciso di replicare il percorso di apprendistato narrato da Étienne Davodeau ne Les Ignorants, adeguandolo alle rispettive competenze: noi di Porthos stiamo imparando tutto il possibile sulla narrazione per immagini – Sergio è un insegnante eccezionale – i ragazzi di The Box hanno cominciato a tenere tra le dita il calice e stanno scoprendo il senso della degustazione. Racconteremo questo “diario del fare” così le persone interessate potranno avvicinarsi a un’opera originale ed educativa, capire se è possibile coltivare una propria individualità creativa nel mercato globale, senza demonizzarlo ma neppure uniformandosi a un gusto minimo comune.
Da dove iniziare per appassionarsi al fumetto? Hugo Pratt, Moebius (Jean Giraud), Emmanuel Guibert.
Una prima, breve storia e le dinamiche di un lavoro creativo.

 

Manteniamoci giovani - vita e vino di Emidio Pepe: l'introduzione

Nel titolo c’è il libro. È una vecchia regola editoriale, via via disattesa dalle esigenze del marketing che ha finito col trasformare l’intestazione e la copertina in una leva commerciale, privilegiando gli effetti speciali piuttosto che la coerenza. L’intento è che il titolo racchiuda l’anima di questo libro, lo slancio, il senso morale e, se possibile, anche il prezioso sottotesto. 
[...] Non riusciremmo a immaginare Emidio alle prese col Barolo o col Brunello, che mostrano presto l’inclinazione a un’aristocratica maturità – pensiamo, per esempio, nel colore. Lui ha bisogno di “vedere” il sangue del Montepulciano, non importa che il vino sia in bottiglia da quarant’anni: se è a posto, il nostro pretende una complessità dalla fragranza giovanile.

Leggi tutto

Ein Prosit 2012 - La qualità dell'approccio

Aspettare e cercare
Le aspettative
Apologia della lentezza


Sandro
L’obiettivo del percorso di educazione, che si snoda attraverso le degustazioni, è proprio incoraggiare le persone a partecipare a più di un incontro. Mi accorgo che più ci si allontana dalle specificità di bottiglia, nome e cantina, maggiore è la possibilità di scoprire, di sentire. Con “sentire” intendo qualcosa di molto più articolato, profondo, intenso, del semplice utilizzo dei sensi in maniera programmata: guardare il colore, annusare il vino in fase diretta, metterlo in bocca, valutarne lo sviluppo del sapore e le sensazioni finali. Questi quattro passaggi sono molto intensi e utili, ma se non sono aiutati, collegati con la scoperta delle proprie sensazioni, che ne è l’elemento principale, si rischia di perdere la parte più interessante del vino, il mistero che il liquido odoroso contiene.

Leggi tutto

  • 1
  • 2

La Rivista

copertina 37

Libro

copertina 37