Cosa ci siamo persi? Cascina degli Ulivi, Stefano Bellotti e il dono del presente  

1974, Stefano Bellotti diventa ufficialmente contadino, una definizione che amava, la migliore, secondo lui, per illustrare la fusione tra lo slancio creativo della natura e quello della persona. Al nostro la campagna era sempre piaciuta, sin da quando, bambino, il padre gli aveva mostrato come coltivare un orto. Nel 1984 Stefano comincia ad adottare la pratica biodinamica e la Cascina degli Ulivi vive una svolta fondamentale, in poco tempo i vini cominciano a essere riconosciuti, acquistati e stimati non solo in Italia. Il rigore e la percezione completa dell’Antroposofia quale progenitrice della Biodinamica consente a Bellotti di diventare un punto di riferimento culturale, un maestro per due generazioni di vignaioli. La sua morte prematura fa tremare i polsi ai moltissimi amanti della Cascina e dei suoi frutti, ma proprio gli insegnamenti del fondatore hanno consentito a nuove persone di intraprendere un diverso e promettente cammino.

Degusteremo nove vini, scelti tra perle storiche e prodotti recenti, un percorso che collega il passato e il futuro per capire meglio il nostro presente.

In accostamento saranno serviti dei cibi.

 

Prezzo euro 50,00

Per informazioni e prenotazioni

Annamaria Punzo

porthosracconta@gmail.com

0653273407

3271806474

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

19 Set 2022

Ora

19:30 - 22:30

Costo

50.00€

Luogo

Porthos Racconta
Via Laura Mantegazza 60-62, 00152 Roma
Nessun commento

Posta un commento