logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

Archivio

Scarfone Giovanni - sulla certificazione dei vini naturali

Il parere di Giovanni Scarfone – Azienda Agricola Bonavita (Faro Superiore - ME).

Giovanni Scarfone – Azienda Agricola Bonavita– Vini Naturali: certificazione o no? Se sì, quale?
Sono molto titubante riguardo alle certificazioni nel biologico e nel biodinamico: mi lascia perplesso il conflitto di interessi che si viene a creare fra il certificatore biologico e il produttore, che in sostanza finanzia la stessa associazione che poi deve certificare il suo prodotto.
Ritengo più valida l’autocertificazione, più in linea con la serietà del produttore: credo stia alla propria correttezza e all’etica personale coltivare le vigne in modo naturale e seguire la stessa filosofia anche in cantina, garantendo un prodotto finale ottenuto senza alcun utilizzo di sostanze chimiche, né in vigna né in seguito.

– La vostra azienda aderisce a qualche disciplinare?

Non mi sono mai fregiato del titolo di produttore biodinamico, anche perché non utilizzo tutte le procedure previste – ad esempio non faccio il corno letame; inoltre, per quanto riguarda i principi della biodinamica, mi è capitato di notare qualche disuguaglianza, perché alcune procedure sono differenti fra i diversi sostenitori di questa disciplina.
Perciò preferisco definirmi un produttore naturale. Sono un vignaiolo: seguo ogni giorno le mie piante in vigna, uso metodi naturali come il sovescio delle leguminose seminate ad anni alterni e uso rame e zolfo. Conosco le mie piante e so cosa serve loro per crescere in modo naturale: se le decisioni sono state prese in modo sano e coerente, pensando alla vita della pianta e a una corretta procedura in cantina, non credo sia necessario avere certificazioni.


Giovanni Scarfone
Azienda Agricola Bonavita - Faro Superiore (ME)

Libri

La Rivista