logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

Porthos 28

Porthos 28

Care Amiche e cari Amici, eccovi Porthos Ventotto.
128 pagine, 8 sedicesimi pieni, serrati, senza alcuno scarto; al tatto, lo sentirete più pesante del solito.

 

 Care Amiche e cari Amici, eccovi Porthos Ventotto.
128 pagine, 8 sedicesimi pieni, serrati, senza alcuno scarto; al tatto, lo sentirete più pesante del solito.
Si tratta del primo numero della nostra breve storia stampato tutto su carta bianca da 120 grammi. Ciò non significa aver abbandonato l’amata Hb avorio, ma le immagini a nostra disposizione e la struttura narrativa degli articoli, ci hanno consigliato di aumentare lo spessore della carta.
Per noi, il numero estivo è il più delicato. Avvertiamo l’attesa dei lettori, c’investe una smania di perfezionismo che c’impedisce di liberarlo prima della metà di luglio. Il volume arriva a casa degli abbonati appena prima delle ferie di agosto, oppure, com’è accaduto col 21 e col 25, ai primi di settembre. Nel primo caso è una lettura che accompagna il dolce far niente, se invece capita di trovarlo al ritorno dalle vacanze può dare la scossa.

 

Porthos Ventotto è particolarmente omogeneo, abbiamo cercato una dimensione corale vista la forte diversità tra gli argomenti; abbiamo provato a mettere insieme un mosaico che fosse anche un magnete, intorno al quale far girare la nostra attività editoriale/didattica di questo 2007.
I pezzi introduttivi affrontano, come di consueto, il nostro rapporto con l’attualità, con la produzione e con l’universo della comunicazione. Se dalle note dell’editoriale si fa luce la circolarità del percorso evolutivo, nel “Mostruoso equivoco” mettiamo all’angolo chi cerca di barattare il protocollo produttivo convenzionale come l’unico in grado di rispondere alla qualità e alla sanità degli alimenti.
In aiuto ci vengono gli epigrammi greci e le immagini che vi abbiamo associato: emerge una naturalità che è, prima di ogni cosa, guida al comportamento, rinuncia a qualsiasi arroganza.
Il forum “Chi coltiverà le nostre vigne” ha una stretta relazione con la monografia dedicata al Sangiovese di Romagna: in entrambi i casi si coglie l’impossibilità di proseguire come si è fatto negli ultimi trent’anni; non si tratta di provocare una rivoluzione, ma di cominciare ad ascoltare le persone che conoscono le cose e non quelle che cercano di venderle.
La seconda puntata dei “Vini naturali francesi” è una preziosa testa di ponte che ci dà lo slancio per tornare, tra un paio di numeri e con ancora maggiore profondità, a parlare di prodotti naturali italiani e di altre nazioni.
Abbiamo finalmente dedicato un primo episodio alla conoscenza della cultura gastronomica partenopea: Napoli e le sue contraddizioni, ma, prima ancora, il terroir vesuviano e le sue straordinarie potenzialità produttive: storia, immagini, poesie, canzoni, racconti, un saggio impegnativo, dopo il quale è cambiato anche il nostro modo di avvicinarci ai temi del cibo.
Il Faro Palari, protagonista della degustazione verticale, è un testimone fedele della trasformazione del vino siciliano, da prodotto di consumo elitario a diffusione regionale a bevanda di stampo universale. La descrizione dei campioni assaggiati ha ricevuto l’eccezionale contributo dei colleghi francesi di “Le Rouge et Le Blanc”.
Il Parere Tecnico torna su un argomento “caldo” nel senso vero del termine, la modificazione climatica e l’innalzamento della temperatura, e lo fa da una posizione privilegiata, la Borgogna, dove il professor Bonardi ha trovato una grande quantità di materiale, utile a qualsiasi latitudine.

 

Continuate a seguirci, non vi deluderemo.

 

 

 

sandro e quelli di porthos

 

Sandro legge un passo dell'introduzione

Un'anticipazioni: Il mostruoso equivoco

Il prezzo della singola copia è di 15 euro, l'abbonamento per un anno costa 45 euro.
E' un investimento consistente a cui rispondiamo con il costante impegno per una rivista sempre più completa e bella, ma sopratutto sempre più dalla parte della verità.
Il vostro sostegno è per noi prezioso per essere indipendenti.Sostenete Porthos!
Fatelo diventare il più bel regalo per i vostri amici.Chi regala due copie de Il vino tra cielo e terra ne riceverà una in omaggio.Chi regala due abbonamenti riceverà un omaggio e potrà scegliere tra:
- Versi sul vino, antologia del poeta persiano Shams od-din Mohammed Hafez;
- la nuova edizione del libro di Salvo Foti Etna, i vini del vulcano;
- la maglietta* con il logo di Porthos.

*Fino all’esaurimento delle scorte.

richiesta arretrati

Potete acquistare i numeri disponibili scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando allo 06/53273407

Libri

La Rivista