logo porthos

Indipendenti da sempre,
ci occupiamo di vino, cibo e cultura

 

 

 

La didattica di Porthos

Aspettiamo.

Restiamo in attesa di capire come e quando riprendere la didattica in presenza. Stiamo pensando a nuove soluzioni, a delle alternative.
Vi terremo al corrente e vi ringraziamo della vicinanza.

 

giovedì

29

ottobre

San Benedetto del T.

Noè, il Pecorino di Arquata del Tronto

Saranno presenti Maurizio Silvestri e Stefano Amerighi che dal 2013 accudiscono una vigna ad Arquata e continuano strenuamente a vivificare questo luogo che, complice anche il terremoto del 2016, rischia sempre di più di essere abbandonato.

leggi tutto

da lunedì

9

novembre

Roma

Incarnare il Mediterraneo

La civiltà mediterranea è composita, pragmatica e vertiginosa nell’astrazione perché nata dal contatto e dal contrasto di terre e genti.
Il vino è ancora oggi, dopo migliaia di anni, il simbolo attivo di un’azione reiterata, il gesto erotico per antonomasia.

 leggi tutto

giovedì

15

ottobre

Roma

2002

L’unico anno palindromo del nostro secolo ha partorito una stagione viticola fredda e umida, difficile sin dalla primavera e, se si eccettuano alcune denominazioni dell’Anjou e della Côte de Beaune, nelle quali sono stati realizzati bianchi eccezionali, ha avuto un esito così negativo che molti prodotti non sono stati messi in commercio.

leggi tutto

da martedì

6

ottobre

Roma

La storia di Porthos

Avremo l’opportunità di rileggere insieme alcune tra le pagine più significative della storia della rivista e condividere la degustazione di vini che hanno determinato le scelte editoriali e didattiche del nostro progetto.

leggi tutto

da martedì

3

ottobre

Roma

L'approccio al vino alla scoperta della bellezza

3, 10, 17, 24 novembre e 1° dicembre
Questa serie di lezioni è dedicata a chi vuole imparare ad accogliere la bellezza, come un esploratore disposto a scoprire la varietà delle emozioni. 
Nessun timore di sentirsi ignoranti, saremo noi a guidarvi.

leggi tutto

lunedì

28

settembre

Roma

L'eredità di Angel - I Mlečnik e la Valle della Vipava

La Vipava è il fiume che collega la pianura friulana alla Slovenia centrale. Valter Mlečnik, nipote del fondatore Angel, prende in mano l’azienda alla metà degli anni ottanta e ben presto la converte all’agricoltura naturale.

leggi tutto

lunedì

14

settembre

Roma

Il vigneto: comunità e contaminazioni - I vini da vigne miste

Un tempo il contadino piantava vitigni diversi nella stessa vigna, forse per comprendere quali si sarebbero adattati meglio al clima e alla terra del luogo. Col passare degli anni il vignaiolo ha scoperto un’interazione energetica ben al di là del visibile, da cogliere tutta nel vino.

leggi tutto

mercoledì

17

giugno

Roma

La Saar

Riprendiamo la didattica con il Riesling, in una delle sue zone di elezione, la celeberrima Saar. Abbiamo avuto la necessità di comporre due classi: mercoledì 17 e 24 giugno

Con Max Argiolu

leggi tutto

da martedì

16

giugno

Roma

Viti Meccaniche

16, 23, 28 giugno e 7 luglio - La viticoltura e l'enologia nell'epoca contemporanea.
Con Maurizio Gily e Giovanna Morganti

leggi tutto

da lunedì

14

settembre

Roma

Il calendario eventi 2020/2021

Ecco il calendario degli eventi che si svolgeranno presso la sede di Porthos tra settembre 202o e aprile 2021

leggi tutto

Il tuo carrello è vuoto

ico fbico twico isico gplusico ytico yt

I mieli di domani di Andrea Paternoster


Quando vedo che mi stanno morendo così sulla neve le raccolgo nel palmo della mano e con il fiato le rianimo e poi le ripongo sull’uscio delle loro case. 
Ecco, per tutto questo, per non lasciarle senza scorte in primavera, nel tardo autunno opero in maniera che i favi siano ben ricolmi di miele perché solo così, a maggio, quando i prati appariranno come un quadro di Van Gogh per l’esplosione della fioritura del tarassaco, le arnie si ritroveranno popolate; e con l’aiuto del sole la raccolta di polline e di nettare sarà abbondante e acuto e aspro, a sera, il profumo attorno all’apiario.
Mario Rigoni Stern, Uomini, boschi e api, Einaudi, Torino 1980

Il più importante ruolo dell’apicoltore è quello di essere un traduttore, interprete del linguaggio degli insetti tutti. 
Il suo rapporto intimo e privilegiato con l’ape permette di raccogliere il grido allarmato e salvifico di questi minuscoli animali per mettere al centro della nostra attenzione la salute del pianeta. 
L’apicoltore è ambasciatore di lingue “naturali”, ancestrali e diverse per dare luogo a una nuova letteratura il cui soggetto protagonista si chiama rispetto. 
Andrea Paternoster, Miele, in M. Donà-E. Sgarbi (a cura di), Pantagruel, La Nave di Teseo, Milano 2020, p. 401.


bezzecchi e paternoster
a sinistra Andrea Bezzecchi, proprietario dell’Acetaia San Giacomo e, a destra, Andrea Paternoster

Leggi tutto

Corso di conoscenza e degustazione del vino in 18 lezioni

Il concetto fondante del corso è sperimentare e sviluppare una sensorialità matura e consapevole, fusione di ragione e sentimento. Il vino è un’opportunità per lavorare su noi stessi, tutto sta nell’afferrare interamente il suo potenziale espressivo.
 Il corso si sviluppa in 18 incontri durante i quali il principio è: imparare a sentire prima ancora di riconoscere. Quest’ultima abilità può arrivare in una fase successiva, quando si è imparato a esercitare la sensibilità e ad accogliere i vini buoni. A tal proposito è indispensabile assimilare alcuni aspetti determinanti. 

copertina corso 18 lez

Leggi tutto

Elogio della pastorizia contemporanea: intervista a Nunzio Marcelli


a cura di lavinia e sandro sangiorgi

Sono stata alla cooperativa “La porta dei parchi” ad Anversa degli Abruzzi (AQ) in una piovosa domenica di ottobre. La nebbia che copriva le cime delle montagne mi ricordava i paesaggi delle Highlands scozzesi; Nunzio Marcelli, pastore, mi ha subito impressionata per la stazza e l’acume. Ho pranzato nel suo agriturismo con i formaggi da lui prodotti e la carne delle sue greggi. Dopo l’abbondante pasto gli ho chiesto se potevo fargli qualche domanda, non so se fosse contento, ma ha accettato e ha parlato a lungo. 

[...] Questo viaggio è unidea e durerà la mia vita,
ogni amore è una strada, l
orizzonte è laggiù.
Perché Francesco è un pastore
e ha vissuto trent
anni in un deserto di pietre
per la sua verità.
Sì, ma quei suoi fragili fiori hanno messo radici,
son sbocciati nel vento infiniti nel blu, infiniti nel blu... [...]
Ivan Graziani, Radici nel vento, dallalbum Ivangarage, Carosello 1989

Nunzio Marcelli1

Leggi tutto

2002, spiragli da una stagione oscura

a cura di alice mazzali



… Con denudata impudenza oppure con pavido tremore

concedimi la florida vaghezza delle tue labbra:
io e il mio cuore non siamo vissuti fino a maggio. 
Vladimir Vladimirovič Majakovskij, La nuvola in calzoni


Una nuova moneta, l’Euro, entra in circolazione. Tra i film interessanti di quell’anno si segnalano: Il pianista, diretto da Roman Polański, Prova a prendermi, di Steven Spielberg, Harry Potter e la camera dei segreti, diretto da Chris Columbus, Il signore degli anelli – le due torri di Peter Jackson, L’imbalsamatore, primo lungometraggio di Matteo Garrone. Il premio Oscar per il miglior film va a A beautiful mind, di Ron Howard. Gli Afterhours danno alla luce il loro settimo album Quello che non c’è. Esce l’album American IV: The Man Comes Around, l’ultimo di Johnny Cash mentre è ancora in vita. Franco Battiato pubblica Fleurs 3, i Queens of the Stone Age il disco Songs for the Deaf e i Wilco il loro quarto lavoro, Yankee Hotel Foxtrot. Vincono il festival di Sanremo i Matia Bazar con Messaggio d’amore, il premio della critica va a Daniele Silvestri per la canzone Salirò. Anna Tatangelo si impone nella sezione giovani con Doppiamente fragili
Eleonora Pedron è Miss Italia 2002. La Prima stagionale della Scala di Milano è Iphigénie en Aulide di Christoph Willbald Gluck, diretto da Riccardo Muti. Riccardo Giacconi vince il premio Nobel per la fisica. Alle Scuderie del Quirinale si tiene una mostra sui dipinti di Rembrandt. Il Brasile sconfigge la Germania nella finale dei mondiali con una doppietta di Ronaldo. 

Catch Me If You Can

Leggi tutto

La Rivista

copertina 37

Libro

copertina 37